Seed bombs

A casa di eComLab sto parteciando ad un corso e in occasione del secondo incontro volevo far conoscere ai miei compagni del venerdì pomeriggio questo blog.

Nel primo incontro la foodblogger di Cucina&Cantina aveva portato i brownies, capite che il confronto sarebbe stato comunque impari.

Allora ho impastato pure io, ho fatto delle bombe seme, seed bombs, in puro stile guerrilla gardening. Qualcuno preso dalla foga della pausa caffè voleva mangiarle, vi avevo detto che Valentina aveva fatto centro no?

Sono piaciute, sono state “capite”, credo le bombette e il loro spirito rivoluzionario pacifico interpretino bene lo spirito del blog.

ecco la ricetta:

5 tazze di terriccio comune

3 tazze di argilla

1/2 tazza di semi di papavero

1/2 tazza di semi di cumino

1/2 tazza di semi di trifoglio

1/2 tazza di senape nera

acqua q.b.

infornate a 60 gradi a forno aperto per 45′

in rete trovate almeno un milione di ricette e combinazioni di semi adatte a qualunque latitudine o stagione. Buon lavoro e … buon bombardamento!

 

Commenti

  1. dice

    Ma poi come si sparano? Perche’ sai qui siamo guerrafondai veri, quindi con le seed bombs non sappiamo bene cosa fare, troppo pacifiste e di sinistra…

  2. dice

    Sono stata una dei fortunati a ricevere lo spettacolare gadget di Jalbog al corso eComLab, e ne sono rimasta affascinata. Già anni fa avevo scoperto l’esistenza del guerrilla gardening, ma non mi ero mai cimentata. Adesso non ho più scuse: devo dare il mio contributo per trasformare il brutto in bello!
    P.S. poi con la pioggia di questi giorni credo che dalle nostre bombette possa crescere qualsiasi cosa…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>